mercoledì 24 dicembre 2014

Auguri

In questa pausa natalizia, oltre che a riposarmi, avevo tanti progetti, anche per quel che riguarda questo blog, acuì tengo davvero molto! Ma adesso...
Voglio solo godermi queste vacanze, riposare e stare in sefenita. Questo è il mio augurio anche per tutti voi!
Poi chissà...magari...VoIP continuate a seguirmi, e anche a darmi suggerimenti, se volete, su quel che vi piace bè seguire in questo blog.
Intanto vi faccio tanti auguroni!!!! A presto

martedì 16 dicembre 2014

Biglietto natalizio triangolare

L'anno passato con la mia sezione di bambini di 4 anni avevamo intrapreso nel primo periodo dell'anno un progetto sulle forme geometriche. Contemporaneamente avevamo anche intrapreso il progetto di plesso su "il piccolo principe". Per il lavoretto natalizio abbiamo realizzato la rosa ( la trovate qui ), mentre per il bigliettino ne ho trovato uno che utilizzava la forma triangolare. Purtroppo non riesco a trovare l'indirizzo del sito che mi aveva ispirato, caso mai torno a lasciarvelo. Intanto vi mostro il nostro biglietto.


Questo è uno dei biglietti dei miei bimbi....come vedete particolarmente barbuto:-))))
Sul cartoncino rosso, che con le pieghe aveva assunto una forma triangolare è stato incollato il cartoncino per fare il viso. Gli occhi sono stati preparati con la pasta di mais (usata per una bambinia celiaca presente in sezione) e "timbrati" con la gomma di una matita bagnata di tempera nera.




Questo invece è il retro, dove abbiamo incollato una filastrocca creata dalla mia collega, e che riprende il tema del piccolo principe..

martedì 9 dicembre 2014

Lavoretto natalizio

Ciao a tutti, stasera vi mostro un lavoretto fatto qualche anno fa con bambini di 5 anni (che anche i quattro però penso potrebbero fare):


Abbiamo usato il das color terra e i bambini lo hanno lavorato per dargli una forma tonda. La cosa che richiedeva una certa dose di manualità fine era la foglia. Il fil di ferro colorato ha la funzione di porta bigliettini. La candelina completa il tutto. Questo  stato il nostro regalino. Se non avete già deciso potete prendere spunnto...altrimenti piteti raccontarci cosa avete progettato!:-)))

Al prossimo post...per un bigliettino veloce! 

mercoledì 26 novembre 2014

Calendario dell'avvento veloce

tornando a casa da lavoro, oggi mi sono resa conto che siamo già al 26 e per fare un calendario dell'avvento c'è poco tempo. Vi faccio vedere un calendario che si può realizzare in poco tempo: l'ho due  anni fa ho realizzato con la mia collega Maria e i bambini di 5 anni.




Come vedete abbiamo sfruttato la divisione della stanza dove c'è una struttura che sale e scende e che durante l'anno ci ha consentito di addobbare l'aula in modi diversi. Abbiamo così pensato di realizzare 25 semplici bigliettini dove abbiamo scritto il pensiero di ciascun bambino. Ogni pensiero è stato poi addolcito da una caramella

Buon avvento a tutti....vi aspetto a raccontarmi le vostre idee!

giovedì 20 novembre 2014

lavorare sulle autonomie

In questi giorni sto preparando varie sequenze relative alle autonomie e abilità sociali; prima di tutto questo serve alla bambina che seguo quest'anno ma, a maggior ragione in una sezione di piccoli di 3 anni, questo lavoro va a beneficio di tutti.
Nel realizzare la sequenza relativa al "lavare le mani" ho trovato varie risorse; i disegni spesso però non mi soddisfacevano completamente, volevo che richiamassero da vicino l'esperienza dei bambini; per esempio, in varie immagini il sapone era raffigurato con il barattolo del sapone liquido: io sono riuscita a trovare il dispenser a muro, che anche noi abbiamo a scuola. Ho fatto, così, un "copia-incolla" delle immagini che mi sembravano più adatte per me.
Non riesco più a ritrovarli tutti ma uno di questi è il seguente:
http://prontosoccorso.eumed.org/area-pubblica/1874/come-lavarsi-le-mani/

Ho poi stampato le immagini, quindi le ho incollate su cartoncino per renderle più resistenti e le ho attaccate sopra il lavandino.


lunedì 17 novembre 2014

Verde come...

Quando si presentano i colori secondari è bene agire su due fronti: bisogna far vedere ai bambini come risultano (due attività fatte per l'occasione si trovano  qui e  qui ) ma è anche importante rafforzare la percezione del colore stesso.
Per questo si possono approntare attività in cui il colore viene manipolato con varie tecniche grafico pittoriche.


In questa foto i bambini riempono immagini col colore verde usando il collage, i pennarelli e il pastello a cera. 

Il pongo verde viene steso col dito




Con queste esperienze , fra l'altro, i bambini iniziano ad accorgersi che uno stesso colore può avere gradazioni differenti. Si abituano così a osservare le sfumature di uno stesso colore. (avviando quindi il concetto di chiaro/scuro)

mercoledì 12 novembre 2014

Le bolle di sapone

Giocare con le bolle di sapone è per i bambini sempre affascinante (ma solo per i bambini???) e nella pratica didattica vi ricorro spesso. Nei primi twmpi dell'inserimento i bimbi con questo gioco si calmano molto; le ho anche usate quando, facendo le forme geometriche, ho parlato della forma tonda. Quest'anno uno dei lavori che sto portando avanti è con un bambino con disturbo dello spettro autistico e anche con lui le sto usando per stimolare l'attenzione condivisa. Inizialmente non prestava nessuna attenzione alle bolle, poi ha iniziato a guardarmi mentre le facevo. E in seguito, dopo avermi guardato mentre soffiavo (altrimenti non le faccio), ha iniziato anche a inseguirle. Proseguendo, vorrei far giocare anche un altro bambino e così lavorare sul turno. Ma un passo alla volta....:-)


(FreeDigitalPhotos.net)

martedì 4 novembre 2014

Classificazioni di autunno

Sempre a proposito di attività logiche con gli elementi autunnali (seriazione e classificazione per forma le trovate qui) una veloce attività è stata questa: per fare gli "insiemi" ho usato i cerchi della palestra e i bambini avevano colorato le foglie con i colori autunnali.




E voi sull'autunno cosa state facendo? Vi aspetto a raccontarmi:-)))

venerdì 31 ottobre 2014

"soffi" in autunno

Con i bambii di 5 anni che ho avuto due anni fa, con la mia collega Maria avevamo deciso di lavorare molto sulle tecniche grafiche per rappresentare gli elementi autunnali. Vi ho già mostrato  l'albero tridimensionale e oggi vi mostro quest'altro lavoro:


La tecnica usata è quella del soffio usando la cannuccia. Prima è stato sgocciolato sul foglio il marrone per creare l'albero, successivamente i colori adatti per realizzare l'albero. Ad ogni sgocciolamento seguiva il soffio per "direzionare " il colore. Non per tutti è stato facilissimo ....il divertimento però c'è stato, e alla fine tutti ci sono riusciti!Bravi piccoli artisti:-)))

Buon lavoro...e se volete raccontarci di qualche lavoro che state facendo....vi aspetto!

mercoledì 29 ottobre 2014

Pane pomodoro e....

Abbiamo iniziato a parlare dei colori primari con una favola. Adesso stiamo facendo varie attività sul rosso e oggi, sempre a proposito di colori e alimentazione, vi faccio vedere parte di una di queste: la realizzazione del pane e pomodoro.
Purtroppo non ho foto di questi momenti perchè eero in servizio nell'altra sezione ma so che i bambini hanno gradito molto. Dopo questo momento, avevamo deciso di far pitturare i bambini usando il pomodoro come timbro.

Cosi abbiamo dato loro il disegno, la tempera....



e il risultato è stato questo....



lunedì 27 ottobre 2014

colori e alimenti

Parlando dei colori ho accennato al possibile progetto che abbina colori e alimentazioni. Un lavoro del genere offre la possibilità ai bambini di scoprire i colori vivendo esperienze sensoriali e manipolative importanti.
Qualche anno fa, in una delle sezioni dove son capitata , è stato portato avanti un lavoro del genere. Le foto che vi mostro sono limitate alla scoperta del rosso. Quell'anno ero insegnante di sostegno e alla bambina che aiutavo un lavoro del genere avrebbe fatto benissimo. Peccato però che la collega avesse pensato bene di condurre l'attività quando la piccola era   a terapia.......
E voi avete esperienze in tal senso? volete raccontarmele? Vi aspetto!:-)


Iniziamo l'attività col colore rosso....e i pomodori






Infine, la salsa di pomodoro ci serve....per pitturare!



lunedì 13 ottobre 2014

stimolare l'attenzione

Questa girandola (il nome non è appropriato ma non sapeovo come altro indicarla) l'ho costruita per il  un bambino autistico che deve gradualmente riuscire a mantenere l'attenzione su un oggetto.

L'obiettivo è quello di sviluppare l'attenzione congiunte, il primo passo per costruire futuri apprendimenti.
In alcune disabilità questa è una capacità che non è presente e per svilupparla bisogna stimolare il bambino con cose che destano il suo interesse.
In questa attività è dapprima l'insegnante a muovere questa girandola, nel caso che con lo sguardo venga seguita possiamo chiedere al bambino di muoverla.


























































martedì 30 settembre 2014

Conosciamo i colori

Dopo il periodo di inserimento e accoglienza, uno dei primi percorsi che si fanno con i bambini di tre anni è quello relativo alla conoscenza dei colori.  In un altro post avevo già accennato al fatto che se non si seguono progetti specifici, che per esempio legano i colori alla musica, all'alimentazione o all'arte, si cerca di presentare ai bambini un colore per volta con varie tecniche.
Queste possono essere le più varie, oggi ve ne mostrò alcune che presento ai più piccoli:

qui i bambini stanno giocando con un colore primario, in questo caso il rosso, e la schiuma dia barba. Di questa attività ne ho già parlato qui

Qui stanno pitturando liberamente. Invece di usare il pennello, usano le dita....a volte tutta la mano!


Non deve mancare la manipolazione:-)


venerdì 19 settembre 2014

Più su che si può!

Per la discussione della mia tesi di laurea in scienze della formazione primaria ho presentato anche il compendio delle attività di tirocinio; l'ho voluto iniziare cercando un pensiero che racchiudesse lo spirito di quello che secondo me deve essere l'insegnamento. E l'ho trovato qui:

Maestra, insegnami il fiore ed il frutto
- Col tempo ti insegnerò tutto.
Insegnami fino al profondo dei mari.
- Ti insegno fin dove tu impari.
Insegnami il cielo, più su che si può.
- Ti insegno fin dove io so.
E dove non sai? - Da lì andiamo insieme.
Maestra e scolaro, un albero e un seme.
Insegno ed imparo, insieme perchè
io insegno se imparo con te

                                                                                                     (Bruno Tognolini)

martedì 16 settembre 2014

ancora...risorse sonore

Voglio riprendere l'argomento per farvi conoscere lo sviluppo della ricerca delle canzoni che ci possono essere utili.
Se Coco coccole e colori ha costruito la play list su you tube, Dada pasticciona ha fatto una ricerca dei testi di queste canzoni e li ha messi a disposizione sul suo blog.
A questo punto vi consiglio di mettere tutto insieme e potrete farvi un notevole repertorio musicale. E come sempre vi invito, se vi fa piacere naturalmente,  a contribuire !Vi lascio anche la pagina fb di Dada
A presto!


mercoledì 10 settembre 2014

pronti al viaggio!

Una delle cose da stabilire in questo primo periodo di scuola riguarda un eventuale progetto da portare avanti per tutto l'anno. Oggi voglio iniziare con il documentarvi il progetto di plesso che un paio di anni fa abbiamo portato avanti e che aveva come tema l'intercultura.

I primi passi per l'impostazione del progetto hanno riguardato aspetti legati alle routine, quindi l'incontro con il personaggio mediatore (per la mia classe era un pappagallo), la filastrocca della settimana e il cartellone delle presenze.
Prima di andare alla scoperta di chi ci sta intorno, con i suoi elementi uguali e/o diversi dai nostri, dobbiamo scoprire come siamo noi. Abbiamo quindi proceduto a scoprire come siamo fatti, iniziando dall'aspetto fisico.
Ecco alcune attività:
  • osservazioni allo specchio
  • ritratto del compagno 
  • misurazione delle altezze con il metro
  • il passaporto
Alla fine di questa abbiamo potuto intraprendere la scoperta dei popoli. Nella scelta dei popoli da scoprire abbiamo deciso di presentare terre e popoli che in qualche modo potessero essere legati in qualche modo alle attività che volevamo fare durante l'anno. L'oggetto che ci ha permesso di presentare, via via, ciò che volevamo è stata una valigia che il pappagallo LOLLO ci faceva trovare!
Buon viaggio:-)

lunedì 8 settembre 2014

Filastrocca di Bruco Giorgetto

Qualche anno fa (come passa il tempo!) avevo già inserito in un post che avevo fatto il link ad alcune filastrocche della settimana che avevo inserito in un sito che stavo provando a costruire. Quest'anno voglio riprendere una di queste filastrocche, sia per dargli il giusto spazio, che per condividere un nuovo sito (sembra sia più facile da gestire...se è cosi vado avanti a costruirlo...tempo permettendo!).
Fra l'altro, questa filastrocca non è mia ma mi è stata inviata da un'amica virtuale...e così voglio approfittare per dirvi che se anche voi volete condividere del materiale, o anche solo farmi sapere come avete usato il mio, a me farebbe molto piacere.

Finiamo con i discorsi e passiamo oltre:-)

Ecco il testo della filastrocca

Questa è la filastrocca del bruco Giorgetto,

che mangiando si allunga ogni giorno un pezzetto.

Lunedi, giorno marrone, rosicchiò un torrone.

Martedì, giorno giallo, si mangiò intero un gallo.

Mercoledì, giorno vola, si mangiò una torta sola.

Giovedì, giorno arancione, masticò un panettone.

Venerdì, giorno azzurro, spalmò sul pane tanto burro.

Sabato, giorno rosso, spiluccò un grande osso.

E domenica, giorno blu, non ne poteva proprio più.

Con l'occasione mi ha anche inviato tutti i disegni per costruire il cartellone della settimana. Li potete trovare  qui
A presto

venerdì 5 settembre 2014

Bibliografia per l'accoglienza (libri per bambini)

Con queste indicazioni vorrei iniziare una nuova pagina con le indicazioni bibliografiche utili per il lavoro con i bambini ma anche per la nostra formazione.



Accoglienza (libri per bambini)

martedì 2 settembre 2014

la catena dell'amicizia

A settembre scorso con la mia collega Simona abbiamo realizzato la catena dell'amicizia....Abbiamo prima di tutto riunito i bambini nell'angolo dell'incontro e abbiamo chiesto loro di darsi la mano. Poi abbiamo messo sul pavimento un lungo foglio di carta e quindi abbiamo fatto stampare le loro mani chiedendogli che toccassero quelle del compagno vicino. E alla fine a questa catena ci siamo unite anche noi!




L'anno passato avevo due classi e perciò questa idea l'ho subito attuata anche con l'altro gruppo:-))))





venerdì 29 agosto 2014

risorse sonore

Oggi vi voglio mostrare l'idea di una "collega virtuale". L'idea è nata da un post sulle canzoni che a scuola cantiamo con i bambini. In quest'occasione ne ho scoperte alcune che proprio non conoscevo...Così è nata la proposta: perchè non riunirle per averle sottomano quando occorrono?
Così Coco Coccole e colori ha deciso di creare un canale you tube. Mi raccomando, iscrivetevi e contribuite anche voi ad aggiornarlo co n le vostre canzoni! Se preferite aggiornare la play list usando fb potete contattare Coco sulla sua  pagina fb

Prima di salutarvi, volevo anche segnalarvi un'applicazione che sicuramente conoscete già ma che io trovo utilissima per chi in classe non ha pc o lim, come me, e vuol far sentire solo le canzoni ai bambini. Per cui vale la pena ricordarla: si tratta di un   convertitore on line di video musicali


(Immagine per gentile concessione di digitalart a FreeDigitalPhotos.net)






Vi aspetto presto!

mercoledì 27 agosto 2014

Girotondo di tutto il mondo

Girotondo di tutto il mondo

Filastrocca per tutti i bambini
per gli italiani e per gli abissini
per i russi e per gli inglesi
gli americani ed i francesi,
per quelli neri come il carbone,
per quelli rossi come il mattone,
per quelli gialli che stanno in Cina
dove è sera se qui è mattina,
per quelli che stanno in mezzo ai ghiacci
e dormano dentro un sacco di stracci,
per quelli che stanno nella foresta
dove le scimmie fan sempre festa,
per quelli che stanno di qua o di là,
in campagna od in città,
per i bambini di tutto il mondo
che fanno un grande girotondo,
con le mani nelle mani,
                      sui pararalleli o sui meridiani.               
  (G. Rodari, Filastrocche in cielo e in terra, Einaudi Ragazzi)



Questa filastrocca  l'abbiamo scelta perchè il nostro progetto era sull' intercultura e trovo che Rodari abbia affrontato una vastità di argomenti in modo accattivante e geniale. Noi l'abbiamo presentata in occasione del Natale, la nostra festa era fatta di canti e filastrocche che ogni sezione presentava ai genitori, ma può essere benissimo proposta anche nei primi giorni di scuola, quando è importante impostare il discorso sull'uguaglianza di tutti.



(Immagine per gentile concessione di digitalart a FreeDigitalPhotos.net)

lunedì 25 agosto 2014

Parliamo di...Accoglienza

Quando si parla di accoglienza nella scuola dell'infanzia generalmente si intende parlare dell'arrivo in questa scuola per la prima volta. Talvolta i bambini arrivano dall'asilo nido, altre direttamente dall'ambiente familiare, è indubbio però che la famiglia è comunque la prima agenzia educativa che si occupa del bambino. Nel dm del 3 giugno 1991, parlando della continuità educativa si sottolinea che " L'identità culturale del bambino, che la scuola dell'infanzia è chiamata ad assumere come dato fondamentale di riferimento della sua progettualità, si sostanzia di un complesso intreccio di influenze. Le modalità dello sviluppo personale, inoltre, presentano dinamiche evolutive che possono non corrispondere ai passaggi formali fra le diverse istituzioni educative. Ciò esige, da parte della scuola, la capacità di porsi in continuità e in complementarità con le esperienze che il bambino compie nei suoi vari ambiti di vita, mediandole culturalmente e collocandole in una prospettiva di sviluppo educativo." Questo vuol dire che l'accoglienza si deve concretizzare in vari modi. Con il passaggio di informazioni necessari ad accogliere nel modo migliore un bambino, ma anche prevedendo tutti quegli accorgimenti didattici che possono favorire l'inserimento nel nuovo ambiente. Il documento ricorda anche che " L'ambientamento e l'accoglienza rappresentano un punto privilegiato di incontro tra la scuola e le famiglie, in quanto forniscono preziose opportunità di conoscenza e collaborazione, che possono venire avviate tramite contatti ed incontri già prima della frequenza dei piccoli. E' sicuramente importante la capacità dell'insegnante e della scuola nel suo insieme di accogliere le bambine e i bambini in modo personalizzato e di farsi carico delle emozioni loro e dei loro familiari nei delicati momenti del primo distacco, dell'ambientazione quotidiana e della costruzione di nuove relazioni con i compagni e con altri adulti."
Oggi come oggi quella dell'accoglienza è diventata , o quanto meno doverebbe diventare sempre di più, una delle parole chiave della professionalità docente.
Delle parole che ben colgono , a mio avviso, l'importanza dell'accoglienza sono queste  " Accogliere un bambino nella scuola dell'infanzia significa molto di più che farlo entrare nell'edificio della scuola, assegnarli una classe e trovargli un posto dove stare. L'accoglienza è un metodo di lavoro complesso, è un modo di essere dell'adulto, è una chiave nel processo educativo" (G. Staccioli, Diario dell'accoglienza. L'organizzazione della classe e degli spazi, Conoscenza Edizioni, p. 23).Inoltre, “Accogliere un bambino è anche accogliere il mondo interno del bambino, le sue aspettativei suoi progetti, le sue ipotesi o le sue illusioni" (G. Staccioli, op.cit., pag. 25).
Per questo approntare il momento iniziale è molto importante e si deve concretizzare in  vari modi. Per accogliere in modo giusto bisogna essere accoglienti in tutti i sensi, fra di noi colleghe/i, con i genitori e con i bambini. Nei prossimi giorni cercheremo di analizzare tutte queste situazioni. Vi aspetto...e non dimenticate di raccontare le vostre esperienze! 



lunedì 18 agosto 2014

Fra poco si riapre!!

Inizia il conto alla rovescia....fra pochi giorni si torna!

In questo mese ho cercato di preparare qualche novità, ho conosciuto pagine e blog interessanti...e che aggiungerò nella lista degli amici....e spero che il mio lavoro (che ancora non so dove sarà) non mi impedirà troppo di continuare l'aggiornamento del blog. Grazie a tutti voi che mi seguite e allora....pronti:-)


(Immagine per gentile concessione di digitalart a FreeDigitalPhotos.net)

venerdì 4 luglio 2014

Chiuso per ferie

Ciao!Quest'anno il blog si prende una pausa:



Il motivo di questa decisione è dovuto al fatto che durante l'anno ho avuto dei periodi lunghi di non aggiornamento, prima gli studi e poi il lavoro non mi hanno permesso di stare dietro a tutto. Ora però vorrei riniziare a prendermi "cura" anche di questa creatura e per farlo devo dedicarmici prima "dietro le quinte", cercando di pensare anche a qualcosa di nuovo. Intanto voi fatemi sapere cosa vi ppiacerebbe trovarvi, sia scrivendomi che lasciandomi commenti qui. 
Intanto vi auguro buon riposo!

domenica 13 aprile 2014

il ciclo dell'acqua: rielaborazione psicomotoria

Quando abbiamo parlato del ciclo dell'acqua, abbiamo anche fatto rivivere l'esperienza nella stanza di psicomotricità. Per rivivere ogni fase ho trovato varie modalità con attrezzi vari.
Cerco di indicarvene alcuni:

  • Le goccioline allegre che stavano nel mare à movimenti liberi seguendo una musica allegra (ho usato la canzone "mare mare mare" di Carboni da 1,43)
  • Gocciolina diventa triste perché Goccetto è partito à movimenti liberi con musica lenta (la mia isola di Carboni)
  • Gocciolina cerca di salire verso il sole à arrampicata su materasso inclinato


In questa foto i bambini rivivevano la fase in cui l'acqua, attraverso torrenti laghi e fiumi, ritorna al mare. In gruppo (all'inizio erano raggruppati e si muovevano insieme) dovevano ripercorrere tutto il percorso spostandosi stando seduti.

giovedì 10 aprile 2014

Pannello primaverile

In una delle mie sezioni di quest'anno abbiamo realizzato un pannello per rappresentare la primavera utilizzando il materiale che avevamo a disposizione.
Per prima cosa, con le tempere un gruppo si è occupato di preparare  prato e cielo:

Per il prato i bambini hanno prima usato la tecnica con le spugne e poi hanno " trascinato" il colore usando forchette di plastica per realizzare i ciuffi di erba. Il cielo è stato fatto solo con la tecnica delle spugne.

Intanto un altro gruppo ha colorato con i pennarelli alcuni cerchi per preparare i fiori. 
Avevamo dei pezzi di store leggere e così con cerchi più piccoli, sempre colorati con i pennarelli, sono state preparate delle colorate farfalle.
Cerchi più piccoli ci so serviti per preparare tante piccole api. 
Ed infine altre farfalline sono stare preparate da tutti colorando la pasta.

Ah dimenticavo....per il sole abbiamo usato un cartoncino ricoperto di pastina e i raggi sono stati preparati con i fusilli!



Ps: grazie a Luisa:-)

martedì 25 marzo 2014

fiori geometrici

Questo lavoro è stato fatto ad ottobre; può essere usato in primavera (qui oggi il tempo è pessimo ma....sta arrivando eh!) ma doveva essere fatto un lavoro per il progetto di slow food per la festa dei fiori  e poichè stavamo facendo il percorso sulle forme geometriche....ecco l'idea:-)


domenica 23 marzo 2014

Il viaggio di gocciolina sarà lungo o corto?


In questo periodo con i bimbi stiamo parlando del ciclo dell'acqua. Dopo aver fatto la rielaborazione grafico pittorica del racconto e giochi psicomotori di vario tipo, abbiamo pensato di iniziare anche ad introdurre i concetti di lungo e corto. Cerco di farvi vedere come ci abbiamo lavorato:


Sono stati preparati due percorsi con lo scotch colorato e i bambini sono stati invitati a percorrerli







A questo punto hanno notato la differenza del numero dei passi per fare il primo e il secondo tragitto e hanno ipotizzato che quello curvo fosse più lungo. Per verificarlo hanno appoggiato sui due percorsi alcuni mattoncini colorati e ne hanno contato il numero. E alla fine hanno scoperto che quello curvo era veramente più lungo
    




Il percorso si è completato con una scheda di pregrafismo sui due percorsi fatti.






sabato 8 marzo 2014

La ruota dei numeri

Durante le routine della mattina faccio contare i bimbi presenti ( bimbi e bimbe, solo maschi, solo femmine) e mi son resa conto che alcuni bimbi ancora non sanno molto contare e forse qualcuno fa ancora fatica ad associare cifra e quantità giusta.
Per verificare quest'ultimo aspetto e aiutare anche la memorizzazione della successiona numerica ho preparato questo gioco:


Ciao!

sabato 1 marzo 2014

carnevale ricicloso

Per la nostra festa di carnevale abbiamo preso spunto dal nostro progetto annuale sul mare. Abbiamo cosi preso una t-shirt bianca e l'abbiamo decorata in vari modi (ma sempre con materiali di recupero).
Questa è quella della nostra classe:




Con questo lavoro partecipo al concorso di progettoinfanzia.net. Se vi piace, potete votarmi qui https://www.facebook.com/groups/419664624821031/?fref=ts (scorret la pagina), aiutandomi a vincere del materiale. 
Ciao!


mercoledì 26 febbraio 2014

Il vestito di Arlecchino

L'anno scorso utilizzai una  filastrocca di Gianni Rodari in occasione del Carnevale. Come avevo scritto volevo proporre ai bambini di decorare il testo da inserire come documentazione. Come idea ho utilizzato la tecnica dei cotton fioc: preferibilmente non la presento ai piu piccoli, ma a 5 anni la manualità fine va esercitata :-)
Ecco il risultato:


E adesso aspetto vostre idee carnevalesche....a presto!


sabato 22 febbraio 2014

carnevale italiano

L'anno passato abbiamo svolto un progetto intercultura e così abbiamo cercato di inserire in quest'ottica anche i momenti di festa. Mentre in altre occasioni abbiamo dato molto spazio ai Paesi del mindo, in quest'occasione abbiamo voluto far conoscere le maschere italiane. Questo èp uno dei lavori che ha ricapitolato le attività precedenti.