martedì 16 agosto 2011

metodo Montessori

Oggi su fb abbiamo portato avanti una discussione sulla validità del metodo e sulle scuole che lo seguono. Fino ad ora mi ero limitata a conoscere solo sui libri la pedagogia di Maria Montessori e già mi ero chiesta se e quanto fosse valido il metodo e quanto invece fosse una "forzatura" per il bambino.
Quest'inverno ho avuto la possibilità, all'interno del mio percorso di studi all'università, di conoscere anche due case dei bambini. E ancora una volta mi sono ritrovata a pensare a queste scuole e alla loro validità.
Non penso che ci possa essere una risposta unica sull'argomento; per quanto mi riguarda penso che abbia indubbi meriti e il principale è quello di avere una grande fiducia nelle potenzialità del bambino e di metterlo al centro del processo educativo, cosa, questa, che pur dovendo essere scontata quando si parla di scuola,  scontata non lo è. Penso anche che la differenze la faccia chi porta avanti il metodo; una cosa che ho appreso nella mia visita è che non si porta avanti solo il metodo, ma si è aperti anche ai contributi che provengono dall'esterno. Ma non ovunque la situazione è questa. Quando ho visitato queste scuole, ho capito che si agiva in modo differente, nel senso che mentre la prima esprimeva questa apertura ma di fatto era più "ortodossa", la seconda, invece, si dimostrava molto più "aperta".